All Posts tagged dentista

10 consigli per aiutare i vostri figli a superare la paura del dentista

10 consigli per aiutare i vostri figli a superare la paura del dentista
Commenti disabilitati

Dentista. Spesso basta anche la sola parola a suscitare ansia e paura in tante persone che finiscono per evitare le cure al punto di arrivare a sedere sulla tanto temuta poltrona solo quando ormai il mal di denti è insopportabile.

Eppure l’odontofobia è un fenomeno molto più diffuso di quanto non si immagini. Essa può nascere per diversi motivi: esperienze pregresse spiacevoli con dentisti magari poco attenti all’aspetto psicologico delle sedute, l’idea immaginifica di soffrire, sottoposti a chissà quali torture e che si aggrava con ricerche su internet e racconti di parenti e amici.

Affrontare invece con serenità la visita e parlare con il dentista dei vostri problemi e delle vostre ansie è il primo passo per instaurare con lui un rapporto di conoscenza e fiducia reciproche. Ricordate che un professionista serio e attento non solo saprà mettervi a vostro agio, ma vi spiegherà passo passo le cure proposte e non inizierà nessuna terapia senza il vostro espresso consenso.

Ma cosa fare se anche i nostri figli manifestano questa paura? Come possiamo prenderci cura della loro salute orale senza costringerli a fare qualcosa che li spaventa?

Innanzitutto non pensiate che l’odontofobia nei bambini sia così rara, uno studio pubblicato sull’ European Journal of Dentistry nel 2011 intitolato “Children Perception of Their Dentists” – La percezione dei bambini dei propri dentisti – ha rivelato che su 583 bambini oggetto di indagine all’11%’ non piaceva andare al dentista e il 12% ne avevano addirittura paura.

Abbiamo proprio per questo pensato di stilare un decalogo di consigli per aiutarvi a far loro superare ansie e fobie augurandoci che siano utili anche ai “grandi”.

  1. affidatevi ad un professionista che si occupi di odontoiatria infantile, che sia paziente e abbia capacità di instaurare un feeling con i bambini.
    Le cure pedodontiche di solito richiedono più tempo e spesso devono essere suddivise in più sedute per non stressare troppo i piccoli pazienti. Un ambiente adatto, affabile e colorato è anche importante.
  2. spiegate spesso loro che l’igiene orale è importante.
    Fate capire ai vostri figli che lavare i denti è importante, così come lo è andare dal dentista per controllare che stiano facendo un buon lavoro con lo spazzolino. Parlatene spesso affinché rientri nella loro quotidianità.
  3. non ammoniteli di lavare i denti ma fatelo insieme.
    Occuparsi della propria igiene orale non deve essere una minaccia ma una buona abitudine. Anche noi siamo stati bambini e anche noi facevano i capricci perché non volevamo lavare i denti, ma sgridarli non fa maturare in loro la consapevolezza dell’importanza dell’igiene orale. Provate invece a lavare insieme e per bene i denti dopo ogni pasto, apprenderanno l’abitudine in fretta e poi saranno loro ad ammonirvi quando voi ve ne sarete dimenticati.
  4. prenotate una visita di controllo senza aspettare che lamentino dolore: fate conoscere presto ai vostri bimbi chi si prenderà cura dei loro denti.
    La prima visita deve essere un momento conoscitivo: prendere confidenza con gli ambienti, con lo strumentario e con lo stesso dottore li farà sentire più a proprio agio quando dovranno affrontare delle cure
  5. prenotate regolarmente le visite.
    Siate costanti e sottoponete i bambini a controlli periodici (idealmente ogni 6 mesi)
  6. usate termini comprensibili.
    Spiegate loro chi è il dentista e cosa fa usando termini di uso comune e figure che più si vicinano a qualcosa che conoscono o di cui abbiamo già fatto esperienza.
  7. non utilizzate la parola dentista come minaccia alle loro marachelle.
    Frasi quali “se fai il monello ti porto al dottore” non fa altro che convincerli che farsi curare è una cosa terribile e assolutamente da evitare
  8. non condividete la vostra paura del dentista.
    Rischiereste di far aumentare in loro ansie e stress
  9. informate il dentista di cosa prova il bambino.
    Questo aiuta il professionista a cercare un approccio più mirato e a incoraggiare maggiormente i progressi del bambino durante la terapia
  10. evitate termini spaventosi.
    Ricordate che i bambini hanno un’immaginazione favolosa e i vostri racconti di esperienze passate, magari condite da termini come sangue, dolore, possono trasformarsi in idee quasi orrorifiche.

Autore: Dott. G. Pavone DDS

More