Controllo del Rischio e Sterilizzazione

Controllo del Rischio e Sterilizzazione

Stanza Sterilizzazione

Tutta la strumentazione che utilizziamo per eseguire visite e trattamenti, una volta lavata e asciugata, viene sterilizzata attraverso autoclavi di classe B secondo le procedure indicate dal Ministero della Salute.
Personale preposto segue tutto il processo di sterilizzazione, dalla preparazione e imbustamento degli strumenti all’attivazione della procedura di tracciabilità al fine di sostituirli e risterilizzarli una volta trascorso un mese dalla chiusura del ciclo di sterilizzazione.
Il ciclo di sterilizzazione è composto da varie fasi.

DISINFEZIONE CHIMICA: è un’operazione obbligatoria prevista dal titolo X Dlgs. 81/2008.
Si utilizzano dei dispositivi che abbattono la carica batterica presente sugli strumenti. Nel nostro studio siamo dotati di vasche apposite e liquidi specifici (come acido paracetico, enzimatici, sali quaternari), mentre per la disinfezione dei riuniti e delle zone operative utilizziamo vari disinfettori con liquidi appositi.

Particolare kit prima visita

DETERSIONE: avviene prima di imbustare gli strumenti ed è indispensabile per procedere alla sterilizzazione.
Utilizziamo una vasca ultrasuoni con relativi detergenti, oltre che spazzolini e disinfettati per un’accurata detersiona manuale che elimini i residui organ

ici depositati sugli strumenti e riduca di oltre il 90% l’entità della contaminazione microbica.

ASCIUGATURA: il suo scopo è quello di impedire all’umidità residua di corrodere o interferire con il processo di sterilizzazione.
E’ importante che gli strumenti siano ben asciutti per essere imbustati, a tal fine usiamo un dispositivo ad aria e panni di carta.

IMBUSTAMENTO: ha la funzione di sigillare gli strumenti in modo che dopo la sterilizzazione essi mantengano la sterilità e siano protetti dalla contaminazione di agenti patogeni presenti nell’ambiente.
Nel nostro studio utilizziamo una termosaldatrice a caldo e ci assicuriamo che ogni busta abbia una sigillatura perfetta prima di avviare il ciclo di sterilizzazione.
Tutti i dispositivi utilizzati sono prodotti secondo la direttiva EN 868.

Sterilizzatrice

TRACCIABILITÀ: serve a documentare i processi di sterilizzazione, compresa la data in cui è avvenuta e quella relativa di scadenza.

STERILIZZAZIONE: è il processo ultimo che completa il ciclo e ha la funzione di eliminare tutte le forme microbiche presenti sugli strumenti utilizzati nella pratica quotidiana. Gli strumenti imbustati vengono introdotti nell’autoclave e sottoposti ad un ciclo di disinfezione a 135C°.

 

 

Autore: Dott. Giuseppe Pavone – Odontoiatra
Ultima modifica: 15 09 2013